Isola di Porquerolles

Nei dintorni

Dove dormire

Hyères

Tra i centri più noti della costa mediterranea francese, fin dalla fine del Settecento, la città di Hyères è luogo di bellezze naturali e fermento culturale. Personaggi del calibro di Robert Louis Stevenson, Tolstoj e la regina Vittoria la scelsero come meta per prolungati soggiorni, lanciandone la moda. E ancora oggi è apprezzata non solo per le sue isole, dette anche Îles d'or, ma anche per l'atmosfera da Belle Epoque.

Hyères
Hyères, le saline - © Julien Mauceri

La città. Hyères si divide in città vecchia e città nuova e conta complessivamente 52.000 abitanti. La Vieille Ville si sviluppa sul fianco della collina del Castéou (204 m) e si snoda attraverso viuzze lastricate, tipiche dei più suggestivi borghi medievali. Tra le attrazioni, una chiesa del Duecento in stile romanico dedicata a Saint-Louis, le rovine dell'antico castello dei Signori di Fos con vista mozzafiato, le boutique di Rue des Porches e Place George Clemenceau, il cuore del centro, che ogni mattina ospita un folcloristico mercato alimentare e artigianale. A rivelare l'originale impianto murario, antiche porte ancora intatte: Porte Massillon, principale ingresso alla città vecchia, Porte Barruc e Porte Saint-Paule, la più antica (1.100), a cui si arriva discendendo il fianco collinare che raggiunge la passeggiata a mare e la parte moderna della città. Quest'ultima ha i tratti tipici delle località di questo vivace tratto costiero: clima gradevole (300 giorni di sole all'anno), giardini fioriti e ristoranti di moules-frites e bar con tavolini all'aperto. Infine, un Casinò, un porto turistico e tantissime palme, ben 7.000, che sono valse alla città l'appellativo di Hyères-les-Palmiers.

Le saline. Punto di forza di Hyères e di tutto il litorale del dipartimento del Var, sono le vecchie saline (Salins des Pesquiers), a sud della città. Di importanza internazionale, conservano l'originario aspetto selvaggio e, al tempo stesso, fragile, esteso per 3 km. Le 200 specie volatili e le oltre 300 vegetali ne fanno un ecosistema naturale di tutto rispetto.

Le spiagge. Hyères vanta 35 km di spiagge ben attrezzate che ne fanno una rinomata stazione balneare, fregiata, in molti punti, della Bandiera blu. Spiagge di sabbia fine e di ciottoli, le più estese della Provenza, si alternano a baie appartate e a scogliere a picco sul mare. Le spiagge più frequentate sono plage de l'Almanarre a est, Plage de l'Ayguade a ovest, La Bergerie e La Capte a sud. Soprattutto quest'ultima, lunga 4 km, mostra un paesaggio immacolato dove, tra la macchia mediterranea, spuntano piante esotiche come eucalipto e agave e il roseo piumaggio dei fenicotteri, oltre alle acque limpide e poco profonde del Mediterraneo. La costa di Hyères è molto apprezzata da velisti e sub.

Dintorni di Hyères. Hyères si trova in una posizione privilegiata perché consente di raggiungere in pochi minuti aree di interesse paesaggistico e architettonico. Oltre alle isole e alle saline sopraccitate che costituiscono un patrimonio naturale di raro splendore, la città conta sotto la propria giurisdizione anche la Penisola di Giens. Infine Hyères dista solo 20 km dalla città di Tolone, capoluogo del Var a metà strada tra Saint-Tropez e Marsiglia.

PRENOTA HOTEL ON LINE!
Data check-in
Data check-out

Hyeres - Mappa