Isola di Porquerolles

Nei dintorni

Dove dormire

Link e Contatti

Le Lavandou

Nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, dipartimento del Var, si trova Le Lavandou, delizioso borgo di pescatori e moderna stazione balenare. La cittadina, che conta circa 6.000 abitanti, è intrisa di un particolare fascino che caratterizza l'intera regione e che nel Novecento attirò artisti e intellettuali da tutto il mondo. Ancora oggi ad attrarre turisti in ogni stagione, oltre agli echi degli antichi fasti, è un mix di vivaci proposte culturali, clima gradevole e natura abbagliante.

Le Lavandou, spiaggia
Le Lavandou, spiaggia di Cavalière

La città. Il centro è animato, soprattutto d'estate, da rassegne musicali e teatrali e feste legate alla tradizione, come la Sfilata dei carri fioriti. La zona pedonale conserva piccole cappelle e mirabili chiese, come quella di Saint-Louis, originali fontane e numerosi giardini fioriti, oltre a un castelletto di fine Ottocento nato come residenza privata e oggi emblema della città e sede dell'ufficio turistico. In centro si trovano anche locali tipici che servono piatti di pesce fresco che giunge ogni giorno dal porto, scalo internazionale con 3 bacini. Una lunga passeggiata segue il profilo costiero dal quale si scorgono centinaia di barche ormeggiate. La natura che circonda Le Lavandou è varia e generosa: alle spalle il verde rigoglio del Massif des Maures e di fronte lo scintillio dorato della sabbia e l'azzurro placido del Mediterraneo dal quale spunta, all'orizzonte, il profilo delle Île d'Or (Porquerolles, Port-Cros e l'isola Du Levant).

Le fontane. Caratteristica di le Lavandou è la presenza di ben 13 fontane di acqua fresca sparse per la città. Collocate al centro di piccole piazze o in posizione più defilata, come all'ombra di un platano, le fontane risuonano del caratteristico fruscio dello scorrere dell'acqua, che ancor più cala il visitatore nella dimensione di centro marino. Dalle forme più svariate, riproducono storie e leggende locali. La fontana dei tre delfini, ad esempio, riconduce al simbolo araldico della città.

Le spiagge. Lungo un litorale di 12 Km, Le Lavandou conta ben 12 plages, tutte attrezzate e divise nei cinque quartieri di Saint-Clair, La Fossette, Aiguebelle, Cavalière, Pramousquier. Le spiagge – oltre a quelle omonime ai quartieri, l'Anglade, Cap Nègre, Layet, Rossignol, Eléphant, Jean Blanc, Grande Plage – sono tutte di sabbia dorata lambita dalla macchia mediterranea, soprattutto pini marittimi e piccoli arbusti, e da acque calde e limpide, fregiate della Bandiera Blu d'Europa e della Bandiera Stella Marina. La sabbia fine consente un facile accesso al mare e seducenti bagni di sole.

Dintorni.Da Le Lavandou è possibile concedersi immersioni naturalistiche sia prendendo la direzione dell'entroterra che del mare. Nel primo caso il Massif des Maures (dal termine provenzale maouro, bosco oscuro) è ricco di foreste vergini tra cui spuntano piccoli borghi medievali dove si lavorano sughero e castagne, i prodotti di punta del massiccio. Prendendo la strada del mare, invece, si raggiungono le Isole d'Oro (Port-Cros, Porquerolles, Ile du levant), piccolo arcipelago, gioiello del Mediterraneo, raggiungibile dalla costa cittadina grazie a imbarcazioni che organizzano escursioni giornaliere.

PRENOTA HOTEL ON LINE!
Data check-in
Data check-out

Le Lavandou - Mappa